Percorso: Home
Italiano
sabato, 30 luglio 2016

Corsi sulla sicurezza

La Scuola Edile Grossetana ed il Comitato Paritetico Territoriale per la prevenzione infortuni, l’igiene e l’ambiente di lavoro per le attività edilizie ed affini della Provincia di Grosseto, in attuazione di quanto stabilito dal Decreto Legislativo 81/08,  hanno programmato  una  serie articolata di interventi formativi sulla sicurezza, al fine di permettere alle imprese di adempiere a quanto disposto dal Decreto stesso.

Le imprese interessate sono invitate a compilare  l’allegata  scheda  e, dopo averla regolarmente sottoscritta, inviarla alla segreteria della SCUOLA EDILE GROSSETANA  Via Monterosa n. 196 Grosseto, anticipando copia via fax al  numero 0564/469349 o via email a  info@scuolaedilegrossetana.it>

I corsi verranno effettuati al raggiungimento del numero minimo di 10 partecipanti. 

Evidenziamo l’importanza della formazione in materia di salute e sicurezza rivolta a ciascun  lavoratore, nessuno escluso, al fine di  evitare e comunque contenere gli infortuni e le malattie professionali.

Ricordiamo che i suddetti corsi, per i datori di lavoro ed i lavoratori delle aziende iscritte alla Cassa Edile della Provincia di Grosseto ed in regola con i contributi spettanti allo scrivente Comitato Paritetico,  non prevedono quote di iscrizione a pagamento ad esclusione dei corsi  per le abilitazioni all’utilizzo delle attrezzature di lavoro.

Per eventuali corsi non inseriti in elenco e per ogni altra necessità formativa, gli uffici della Scuola Edile Grossetana e del Comitato Paritetico Territoriale sono a disposizione per fornire ulteriori chiarimenti.

Programma dei corsi

Domanda di iscrizione

SEMINARIO TECNICO: Gli aspetti della sostenibilità ambientale e la digitalizzazione nel nuovo Codice dei contratti pubblici

Con l’entrata in vigore del D.lgs 50/2016, nuovo Codice dei contratti pubblici, trova piena applicazione il decreto del 24 dicembre 2015 recante i Criteri Ambientali Minimi sia per la progettazione che per la costruzione e ristrutturazione di edifici della pubblica amministrazione.

L’attenzione ai temi ambientali, con alcuni requisiti da rispettare obbligatoriamente ed altri facoltativi nel caso di offerta economicamente più vantaggiosa, si unisce ad un’altra novità del nuovo Codice. Per l’innovazione del processo costruttivo, infatti, viene introdotta la possibilità, per le stazioni appaltanti, di adoperare le nuove metodologie di digitalizzazione che portano vantaggi in termini di qualità delle realizzazioni, rispetto dei tempi e dei costi previsti, ottimizzazione della gestione e manutenzione dell’opera.

Dall’analisi del testo normativo si passerà agli approfondimenti sul campo di applicazione e le modalità di verifica della rispondenza del progetto/esecuzione ai diversi Criteri Minimi Ambientali previsti dal decreto.  Saranno esaminate le principali specifiche tecniche da considerare per la costruzione o ristrutturazione degli edifici, da quelle con impatto sul territorio e l’ambiente, a quelle relative alla prestazione energetica dei singoli edifici, da quelle relative al comfort termoigrometrico e quelle relative al comfort acustico. Saranno trattate anche le specifiche dei componenti edilizi e quelle relative alle attività di cantiere per poter qualificare come “verde” la singola gara d’appalto.

Per la digitalizzazione, che oggi è spesso identificata con il termine BIM (Building Information Modeling), sarà illustrato il significato di tale innovazione ha nei confronti delle fasi di progettazione, costruzione e gestione di una opera pubblica, con particolare riguardo all’intero ciclo di vita dell’opera. Saranno illustrati gli aspetti che caratterizzano un appalto che contempla le attività di digitalizzazione, il coinvolgimento dei progettisti e quello delle imprese di costruzione. Saranno illustrati alcuni casi delle prime esperienze che alcune stazioni appaltati hanno intrapreso prevedendo l’uso del BIM.

La digitalizzazione è la vera rivoluzione industriale del settore delle costruzioni, che richiede collaborazione più che contrapposizione tra i soggetti coinvolti, progettisti, imprese, committenti, manutentori, etc., potendo sfruttare al meglio l’enorme quantità di dati disponibili, grazie ai software interoperabili ormai disponibili.

Il seminario, completamente gratuito per i partecipanti, è organizzato  dalla SCUOLA EDILE GROSSETANA nell’ambito  del progetto formativo RESTRUCTURING - Programma di riconversione produttiva nel settore edile toscano -  Azioni di  innovazione   -  finanziato   dalla Regione Toscana attraverso fondi Ministeriali 236/93 e si svolgerà il 28 giugno 2016 (ore 15,00 - 19,00) presso la sede dell'Ance Grosseto (Via Monte Rosa, 56 Grosseto).

 

Scarica la brochure con scheda di partecipazione

Formazione obbligatoria dei lavoratori in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro - Accordo CSR del 21/12/2011

16 ORE DI FORMAZIONE OBBLIGATORIA PER I LAVORATORI DEL SETTORE EDILE

L’art. 37 del Decreto Legislativo n.81/08 prevede espressamente che il datore di lavoro deve assicurare a ciascun lavoratore una formazione sufficiente ed adeguata in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.
I contenuti minimi e le modalità di tale formazione sono stati individuati da un apposito Accordo in sede di Conferenza Stato-Regioni del 21 dicembre 2011, pubblicato sulla G.U. n.8 dell’11.01.2012.
I contenuti della formazione da erogare a tutti i dipendenti sono riferiti ai concetti base, alla organizzazione della sicurezza ed ai rischi specifici connessi alle mansioni svolte.
La durata della formazione varia a secondo del rischio dell’attività svolta dalle aziende, in base alla classificazione allegata all’Accordo Stato –Regioni, comunque per le aziende di costruzioni ed estrattive la durata è di 16 ore.
La formazione dei lavoratori va erogata in primo luogo all’atto dell’assunzione, o in occasione di cambiamento di mansioni o delle modalità operative; per i lavoratori neoassunti (anche in somministrazione) il percorso formativo deve essere completato prima di adibire materialmente il lavoratore alla propria attività o comunque entro e non oltre 60 giorni dall’assunzione.
Per i lavoratori già in forza e che non abbiano effettuato la formazione nei cinque anni precedenti, la stessa deve essere completata entro 12 mesi dalla data di pubblicazione dell’Accordo Stato-Regioni e quindi entro l’11 gennaio 2013.
Il modulo di formazione generale costituisce per il lavoratore credito formativo permanente, pertanto ove già svolto  presso l’azienda di provenienza, non dovrà essere ripetuto, come pure quello sui rischi specifici qualora il lavoratore provenga da una azienda dello stesso settore, salvo le necessarie integrazioni in relazione alle mansioni da svolgere. L’organizzazione della formazione dei lavoratori, come previsto dal comma 12 dell’art. 37 del DLgs 81/08,  deve avvenire durante l’orario di lavoro, non deve comportare oneri economici a carico del lavoratore, e deve avvenire in collaborazione con gli Organismi Paritetici ove costituiti.

La Scuola Edile Grossetana organizza, gratuitamente per le imprese edili iscritte alla Cassa Edile della provincia di Grosseto, ed in regola con i versamenti, i corsi in oggetto. Pertanto tutte le aziende in possesso dei requisiti di cui sopra, possono richiedere l'iscrizione al corso per i loro dipendenti compilando ed inviando (fax 0564/469349) l'apposito modello che è possibile scaricare qui sotto (uno per ogni lavoratore interessato alla formazione).

I corsi verranno attivati al raggiungimento di almeno 15 iscritti e si terranno nei giorni indicati nel calendario che è possibile consultare o scaricare qui sotto.

Scarica modello aziende

nessuna news in questa lista.

 
Scuola Edile Grossetana
Via Monterosa, 196 Grosseto
Tel. 0564/454569 - Fax 0564/469349 - info@scuolaedilegrossetana.it